Carissime/i voglio parlarvi di due prodotti con formulazioni risolutive nel trattare le problematiche per le quali sono stati creati, entrambi del brand italiano di cosmetica naturale ANTOS. Sto parlando della Crema Anticouperose e dello Shampoo Antiforfora, acquistati presso l’e-commerce italiano Bioeco Shop.

Antos-crema couperose e shampoo antiforforaLa ANTOS è un marchio produttore di cosmetici creati con formulazioni interamente naturali, comprensive anche di ingredienti derivati da agricoltura biologica, priva però di certificazione sui prodotti finiti che ne attesti la veridicità. Tengo a fare questa doverosa precisazione per correttezza verso tutte quelle aziende che investono la loro produzione anche nell’ottica di ottenere le certificazioni, al fine di dare al consumatore una sicurezza e garanzia aggiuntiva, oltre che ad inserirsi a livello normativo ed etico in un filone di salvaguardia ambientale. Sappiamo che a tutt’oggi non esiste alcun organo terzo ed indipendente, quindi alcuna normativa riconosciuta come specifica ed unica, che assicuri al 100% la veridicità ecobio di un prodotto, ma le certificazioni sono ugualmente uno strumento di rassicurazione sull’impegno, qualità ed etica che il produttore dà al consumatore.

La ANTOS non avendo certificazioni e non puntando sulla presentazione grafica della sua gamma cosmetica, consente di offrire un listino prezzi molto contenuto, inserendosi in una fascia di prezzo medio-bassa. Il packaging infatti, è decisamente spartano, essenziale…quasi casereccio, ma in fondo quel che conta è sempre e solo il contenuto. Le confezioni sono però riutilizzabili e riciclabili, quindi dentro l’ottica dell’abbattimento dei costi e dell’inquinamento.

Crema Anticouperose

Antos crema anticouperose

Per la mia pelle irritabile, delicata, sensibile e soggetta con estrema facilità ad alterazioni dovute alle più disperate cause, sia interne che esterne, ho scelto la Crema Anticouperose Antos, rivelatasi eccezionale in questo gelido inverno per calmare, correggere i rossori, idratare e proteggere la pelle sofferente del viso. La crema si affida ad un pool di attivi antiarrossamento e lenitivi (miele, olio di jojoba, iperico, ippocastano, camomilla, hamamelis, lattuga, piantaggine, equiseto) che aiutano a limitare la dilatazione dei vasi sanguigni e l’infiammazione, diminuendo di conseguenza la sensibilità della pelle ed eliminando la secchezza cutanea con il suo eventuale annesso pizzicore.

La crema ha una texture vellutata, fresca e confortevole, dalla consistenza così leggera da risultare simile più ad un gel che ad un composto cremoso, consentendo una stesura ed un assorbimento estremamente facili e veloci. Una pelle sofferente deve essere toccata il meno possibile e certamente queste alte performance tecniche contribuiscono a tale intento. La crema pur risultando leggera è sorprendentemente ricca nei risultati, dimostrandosi una buona soluzione per le sofferenze del viso. Il primo effetto positivo riscontrato sin dal primissimo utilizzo, è stata un’immediata sensazione di fresco comfort. Non un semplice comfort inteso come effetto calmante e lentivo, quale effettivamente è, ma una freschezza sulla pelle, quasi una brezza, che calma nell’immediato il disagio epidermico in atto come il calore, pizzicore o prurito. Una texture leggera e fresca quindi, che tramite un lavoro simil decongestionante, annulla a livello sensoriale ed estetico i disturbi. Per tale effetto si deve ringraziare in particolare la lattuga, ricca di clorofilla e micronutrienti che assicurano un’importante azione rinfrescante ed antinfiammatoria. La pelle inoltre, si avverte ed appare esteticamente migliorata con la carnagione risanata e sbiancata, accompagnata al tatto da  una piacevole setosità e compatezza. Miglioramento che permane e si accentua con l’uso continuativo della crema, consentendo alla pelle di proteggersi e ripararsi quotidianamente. La Crema Anticouperose Antos, per mia esperienza, è sicuramente l’aiuto necessario per ogni tipologia di pelle problematica legata alla sua eccessiva sensibilità e reattività. Non solo quindi couperose, ma anche la più banale secchezza che crea disagi in egual modo antipatici. Inoltre, le pelli tendenti alle imperfezioni legate ad un eccesso di sebo possono usufruire di questa crema, essendo priva di untuosità e pesantezza, come anche di ingredienti potenzialmente comedogeni. Un valido rimedio dal costo modesto: 7,50€ per 50ml.

Shampoo Antiforfora

antos shampoo antiforfora

Lo Shampoo Antiforfora Antos ha una composizione molto semplice ma mirata nel trattare il problema. Una base lavante delicata costituita da tensioattivi di origine naturale, in cui l’ortica, la propoli e l’olio essenziale di bergamotto sono gli attivi dall’azione deforforante, purificante e stimolatrice dell’irrorazione sanguigna a livello del cuoio capelluto, con il fine di eliminare e prevenire la forfora grassa senza aggredire una cute già alterata, evitando così il suo peggioramento. Il mio problema di forfora è di origine genetica, ce l’ho dà sempre e posso quindi solo cercare di mantenere il cuio capelluto ben pulito e fesco, con i capelli altrettanto puliti e leggeri, in primis effettuando un’adeguata prevenzione con i prodotti adeguati. Con gli shampoo ecobio questo è assolutamente possibile come sapete, anzi, per quanto mi riguarda sono stati la mia salvezza andando ad eliminare la prima causa esterna del problema, ovvero una detersione aggressiva ed occludente, facendo rientrare quasi del tutto la mia problematica di forfora.

Lo Shampoo Antiforfora Antos rientra tra i prodotti efficaci nel prevenire ed eliminare la forfora grassa rispettando il cuoio capelluto. Un’efficacia decisamente low-cost considerando il prezzo di 4,00€ per 200ml di contenuto. E’ un prodotto di cui bisogna personalizzare la quantità e modo d’uso a causa della sua constistenza talmente liquida, quasi acquosa, da non permette la creazione della classica abbondante schiuma se usato puro, a meno che non si intenda sprecare mezza confezione in un unico shampoo. Per consentirmi un adeguato lavaggio, ho fatto ciò che la buona norma richiede per il giusto utilizzo degli shampoo ecobio, ovvero diluire anticipatamente il liquido con acqua in un apposito spargishampoo (o altra boccetta). In genere diluisco 1/4 di prodotto in 3/4 di acqua, ma essendo questo di Antos troppo liquido ho pareggiato le dosi, così facendo, ho ottenuto una discreta schiuma dalla consistenza leggermente gelatinosa utile ad eseguire un buon lavaggio finale, anche se ostico, in grado di lasciare sulla cute una rilassante ed intensa sensazione di freschezza e purificazione, ma soprattutto di liberazione da forfora e prurito, mentre i capelli si mantengono leggeri e puliti per diversi giorni. Consiglio di massaggiare molto bene e a lungo la testa per consentire allo shampoo di spargersi dappertutto, infatti la schiuma oltre a non essere abbondante tende a svanire in fretta, alimentando così il timore e la sensazione di non riuscire ad effettuare una detersione adeguata, per questo suggerisco di fare attenzione a massaggiare bene, oppure in caso di folta o lunga chioma a procedere con una seconda applicazione. Non avendo problemi di nodi e crespo non posso esprimermi sul suo potere districante, ma vi assicuro che non me ne ha creati durante lo shampoo e quindi neanche a capelli asciutti. Inoltre, la sua gradevole profumazione agrumata molto vicina alla nota di limone, accentua l’idea di purificazione.

Un valido shampoo per chi cerca una dolce pulizia profonda dalla forfora, esplicando egregiamente le sue funzioni sul cuoio capelluto irritato, anche se, per mia esperienza, non lo ritengo tra i migliori che abbia utilizzato a causa della troppa semplicità formulativa, la quale punta quasi esclusivamente sul trattamento risolutivo nei confronti del problema di forfora, trascurando però la cura e la resa sul resto della chioma, sulla quale non è possibile apprezzare pregi come una particolare morbidezza, lucentezza o altro, che non appartengano già alle lunghezze sane (come nel mio caso). Capelli si, leggeri e puliti, ma nulla di più. La motivazione principale però che giustifica la mia decisione di non riacquistare questo shampoo in futuro, è la difficoltà d’uso derivata dalla sua flebile schiuma che non permette uno spensierato lavaggio. Se oltre al problema della forfora devo affrontare anche quello di un lavaggio che non mi sembra tale, passo ad un altro prodotto.

© 2015, silviadgdesign.altervista.org. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.