Carissime/i uno dei correttori anti-imperfezioni eco-bio più conosciuti ed apprezzati in Italia e non solo, è quello in crema di Couleur Caramel, brand francese di maquillage ecochic distribuito in Italia dalla società HPS MILANO e con una sua pagina facebook italiana, Couleur Caramel Italia. La fama che precede tale prodotto per il make up correttivo è dovuta alla sua alta performance di cui io stessa sono testimone e che lo elegge come uno degli elementi chiave per ottenere un incarnato del viso privo di qualunque imperfezione, dal piccolo brufolo alla voglia scura, anche se in realtà questo correttore nasce per correggere le occhiaie, infatti si chiama “Correcteur de Cernes – Haute Définition”.

COULEUR CARAMEL correttore crema 11 packaging

Che venga usato come unico cosmetico sul viso da chi vuole solo correggere un’occhiaia piuttosto che una macchietta o che venga usato in sinergia ad altri prodotti per creare una base impeccabile, la sua prestazione è ugualmente lodevole e conforme alle aspettative di chi necessita di questa categoria di prodotto dopo aver scelto la nuance più idonea.

Fa parte di un trio di prodotti ricevuti in omaggio da HPS Milano per una collaborazione e dei quali ho già potuto apprezzare la bontà con il Fondotinta Compatto (recensito QUI) avente esso stesso un medio-alto potere coprente e con il quale sicuramente può formare un’accoppiata vincente.

COULEUR CARAMEL fondotinta 12, correttore 11, rossetto 261

La tramatura o “grana” della mia pelle è stata rovinata da circa 15 anni di acne cistica, lo stesso vale per l’incarnato, per questo necessito di un make up correttivo di alto livello che non solo mi restituisca l’aspetto intatto di un tempo, ma che mi consenta anche di utilizzare pochi prodotti. Come ho spiegato nella recensione del Fondotinta Compatto, la mia beauty routine sia di cura che di make up è ridotta all’essenziale poichè non amo usare molti prodotti e nemmeno in grande quantità; Il correttore in crema di Couleur Caramel grazie alla sua alta resa lavora in maniera efficiente con una minima quantità di prodotto. Un tocco di crema correttiva su una macchia o pochi di più su un’occhiaia, permettono di eliminare visivamente il difetto.

Sulle mie occhiaie viola/rossastre, i brufoli occasionali e le macchie post-acne sia rosse (recenti) che violacee (vecchie), la coprenza è media o alta (dipende da quanto ne uso e dall’entità dell’imperfezione), con un finish setoso e luminoso ed una durata molto lunga senza cedimenti importanti. Un correttore che elimina i difetti senza crearne degli altri, in grado di garantire un ottimo risultato che vale il suo prezzo al pubblico di 15,40€ e reso possibile dalla sua composizione totalmente naturale, con il 69% di ingredienti attivi ed il 20% del totale di ingredienti provenienti da agricoltura biologica.

NEL DETTAGLIO, LA MIA ESPERIENZA CON IL CORRECTEUR ANTICERNES n° 11 – BEIGE DIAPHANE

COULEUR CARAMEL correttore crema 11 beige diaphane

  •  Il packaging

Il packaging è essenziale. Il prodotto da 3,5g è contenuto in una cialda con un’anima esterna in cartone resistente riciclato e riclabile. Di per sè il packaging è facilissimo da usare; il tappo si apre e chiude ad incastro o meglio ad “appoggio” ed è proprio questa scelta di chiusura a rappresentare una pecca nel packaging poichè il tappo non si incastra ermeticamente a causa dell’irrisorio spessore interno del cartoncino che, anziché permettere un saldo ancoraggio tra le due parti, le fa solo scivolare via. Se non si ha l’accortezza di premere bene il tappo sulla cialdina, si rischia di perderlo quando lo si afferra in mano o è capovolto. Perciò, bisogna fare attenzione a non lasciarlo libero nel beauty-case ma tenerlo in uno scomparto apposito. Questo inconveniente sarebbe facilmente annullabile crando delle scanalature interne alla parte di attacco in modo da far diventare il tappo a vite, così facendo non ci sarebbe nemmeno più bisogno di produrre la scatolina esterna di cartoncino che di per sè è inutile, a meno che non la si utilizzi come protezione del correttore.

  • La Colorazione

Il correttore è disponibile in 6 nuances, la mia è la n°11 – Beige diaphane, molto chiara con sottotono dorato. Perfetta per neutralizzare i difetti tendenti al colore viola o rosso e, più in generale, per mimetizzarli alla carnagione con la stessa nuance di quella del correttore.

  • La Coprenza

E’ facilmente modulabile, passando da media nel caso si utilizzi pochissimo prodotto o si esegua una singola applicazione, ad alta nel caso si facciano più applicazioni e quindi se ne utilizzi una quantità maggiore. Sulle mie leggere occhiaie violacee/rossastre e sulle palpebre con i capillari evidenti a causa della sottigliezza e trasparenza della mia pelle chiarissima, una leggera passata di correttore è sufficiente a neutralizzare bene le discromie, mentre con due passate già ottengo un risultato più che soddisfacente oltre il quale generalmente non vado. La pelle delle zone perioculare e palpebrale viene resa omogenea in un’unica nuance, restituendo uno sguardo giovane e riposato in modo molto naturale.

  • La Texture

Molto confortevole è la texture del correttore con la sua vellutatezza e la sua leggerezza quasi impalpabile. Io non lo avverto sulla pelle, anzi, mi dimentico proprio di averlo indosso, fattore importantissimo per me che amo sentirmi la pelle nuda e libera. Una particolarità è la sua delicatissima profumazione che ricorda l’albicocca, avvertibile però solo nella cialda. Tanto comfort è dovuto alla formulazione composta da pochi ma buoni ingredienti emollienti, protettivi e rigeneranti, quali: Olio di Mandorla Dolce, Estratti d’Olio di Oliva, Cera di Carnauba, Burro di Karité, Olio di Baobab. Una formulazione adatta soprattutto alle pelli bisognose di nutrimento e lenimento che non vogliono solo essere corrette ma anche trattate, per alleviare esteticamente i disagi epidermici causati da fattori esterni o interni. Nella stagione primavera/estate ad esempio, le allergie, gli sbalzi di temperatura e l’aria condizionata, possono irritare gli occhi e la zona perioculare impedendo l’uso del make up, a meno che non si utilizzino cosmetici performanti di alta qualità come sono quelli di Couleur Caramel e come è nello specifico tale correttore.

  • Il Finish

Luminoso, setoso ed asciutto è il finish sulla pelle. Contrariamente a quanto possa far supporre la ricchezza formulativa, la Silica anch’essa contenuta permette alla consistenza del correttore di non appesantire né lucidare, ma di alleggerire e ringiovanire con la sua azione texturizzante, conferendo un tocco setoso con aspetto mat.

  • La Durata

La durata sulle mie occhiaie così come sulle altri imperfezioni è ottima. Il correttore riesce a resistere sulla pelle in modo quasi impeccabile anche nelle giornate più calde. In una giornata tipo nella quale mi preparo alle 07:00 del mattino e rincaso verso le 20:00 di sera, le imperfezioni rimangono ben coperte fino al momento dello struccaggio, anche se un pochino di coprenza è andata a svanire lasciando le irregolarità più evidenti. Specifico che io non ho un contorno occhi oleoso e questo fattore sicuramente influisce in maniera positiva sulla durata del correttore. Non ho nemmeno zampe di gallina o pieghe palpebrali importanti, quindi non posso testimoniare se il correttore si accumula oppure no.

  • L’Applicazione

La modulabilità della texture cremosa consente l’applicazione con qualunque strumento (dita, pennello a lingua di gatto, ovetto o altra spugnetta). Io preferisco usare le dita e più precisamente l’anulare, passandolo direttamente sulla cialda di colore con un movimento rotatorio. Il prodotto sotto il calore della pelle si scalda e scioglie quasi nell’immediato permettendomi di prelevare la quantità desiderata, che poi andrò a depositare e sfumare sull’imperfezione. Io non applico poi null’altro poichè il correttore ha un’alta resa rimanendo dove lo si applica, ma per chi ha una pelle grassa o soffre di lucidità può fissare con una cipria. La morbidezza della crema correttrice si apprezza soprattutto per la delicatezza di pressione che si può usare per trattare la zona perioculare. Basta infatti un leggerissimo tocco del dito per lavorare il prodotto, evitando così di infastidire questa sensibile zona. Inoltre, è possibile applicarlo sia sotto che sopra altri cosmetici poiché non crea antiestetici ed innaturali ispessimenti né fa da impedimento alla loro stesura e lavorazione. Se ad esempio il correttore viene usato per coprire una macchia su una guancia, poi si può applicare sopra un blush senza preoccuparsi di rovinare il risultato ottenuto o di formare difetti come striature, grumi etc.

  • La Dermocompatibilità

Il correttore è stato perfettamente accettato dalla mia pelle sensibile e reattiva con tendenza alle imperfezioni. Non è risultato comedogeno nè fastidioso in alcun modo.

  • Lo Struccaggio

Nei prodotti resistenti come il correttore, si deve porre attenzione alla scelta dello struccante più adeguato soprattutto per la zona perioculare. Nel caso di questo in crema di Couleur Caramel ne ho ottenuto una facile e perfetta rimozione sia attraverso un latte detergente sia attraverso un bifasico che un’acqua micellare. La zona struccata non è mai rimasta segnata dall’uso del correttore.

PRIMA – DOPO APPLICAZIONE DEL CORRECTEUR ANTICERNES n° 11 – BEIGE DIAPHANE

COULEUR CARAMEL correttore in crema 11 beige diaphane

Per ulteriori informazioni sulla referenza in oggetto e su tutta la linea di make up, è possibile contattare il rivenditore italiano ufficiale sul sito http://www.hpsmilano.it o sulla pagina facebook https://www.facebook.com/CouleurCaramelItalia.

 

© 2015, silviadgdesign.altervista.org. All rights reserved.

2 Commenti su COULEUR CARAMEL: Correttore in crema anti-imperfezioni

  1. @Chiara

    Ciao Chiara, sono felice che tu abbia trovato utile la mia review! Se hai la carnagione media questa colorazione non credo vada bene perchè è molto chiara, e su di te potrebbe sbiancarti troppo o non essere sufficientemente coprente. Poi essendo la formulazione cremosa e idratante è più adatta a chi possiede un contorno occhi da normale a secco. Puoi scrivere all’azienda chiedendo consiglio su quale colorazione possa andar bene per te.

    Hai mai provato ad usare un ombretto al posto del correttore? Potrebbe essere un’ottima alternativa, magari sotto sarebbe utile mettere un primer così da farlo durare di più, io una prova la farei 😉

    Silvia

  2. Ciao! Veramente utile la review! Anch’io ho occhiaie violacee/rosse, ma ho una carnagione media: pensi che potrebbe andar bene lo stesso? Purtroppo nella mia città non esiste nessun rivenditore o profumeria bio per poterlo provare e dovrei comprare a occhi chiusi online 🙁
    Per anni ho usato correttori aranciati, ma vedevo che non erano compatibili al 100% con la mia occhiaia e quando pensavo di aver trovato un correttore virante al giallo in realtà era un beige (quindi con del bianco dentro che mi ingrigiva l’occhiaia). Sono veramente disperata T.T

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.