Carissime/i da sempre il cibo viene impiegato per creare sani rimedi di bellezza casalinghi. Tutte noi abbiamo realizzato almeno una volta nella vita una maschera facciale, un unguento o un impacco per capelli con ciò che avevamo nel nostro frigorifero o nella dispensa e, sempre almeno una volta nella vita, abbiamo acquistato del cibo non per spalmarlo sul pane ma sul viso. La tradizione è gremita di ricette cosmetiche fai da te che sfruttano i poteri degli alimenti per contribuire a migliorare o a mantenere una sana bellezza naturale, minore importanza però viene dato al loro potere decorativo. Sono molti gli alimenti infatti, che possono essere utilizzati per truccarsi fino a realizzare un make up completo. Basta pensare a quante volte mangiando delle ciliegie o dei lamponi, ci siamo ritrovate con le dita e con le labbra macchiate di rosa per molte ore, oppure mangiando dei mirtilli o delle more ci siamo ritrovate come dei puffi. Molti alimenti hanno un potere colorante anche forte, perchè non usarlo per truccarsi?

Certo, il cibo è sempre meglio mangiarlo, ma ogni tanto quando vogliamo sperimentare qualcosa di diverso per divertirci o sentirci ancora più in armonia con la natura, oppure ricorrere a soluzioni di emergenza perchè non troviamo il bronzer o abbiamo finito il fondotinta, un pò di cibo lo si può impiegare con soddisfazione anche come prodotto decorativo. Il risultato potrà durare poche ore come per tutta la giornata, essere leggero o più marcato, tutto dipenderà dal tipo di cibo impiegato e da come è stato impiegato, ma sicuramente ciò che rimarrà perpetuo in noi sarà la sensazione di benessere e di salute che si proverà abbellendosi nel modo più genuino possibile. Il make up alimentare si elimina con il comune struccante, preferendo un bifasico o direttamente un olio vegetale per essere sicure di eliminare ogni traccia.

I CIBI CHE TRUCCANO

food makeup

  • AMIDO DI MAIS COME FONDOTINTA

L’amido di mais (maizena) si trasforma in un’eccellente polvere per il viso da usare come fondotinta al posto di quello minerale oppure come cipria fissante. Essendo di colore bianco, si devono addizionare q.b. una o più polveri alimentari per creare la nuance adeguata al proprio colorito, mescolando il tutto in un contenitore con un cucchiaio o utillizando un frullatore per ottenere una polvere perfettamente amalgamata. Per un fondotinta dal sottotono beige o neutrale si può usare del cacao in polvere; per un sottotono giallo si può usare della polvere di zenzero; per un sottotono rosato si può usare la polvere di pomodoro.

  • IL CACAO COME BRONZER

Non c’è nulla di più goloso e godurioso che usare del cacao in polvere come bronzer. Alle più esperte e appassionate del settore, l’associazione cacao-trucco farà certamente venire in mente la palette “Chocolate Bar” e i “Chocolate Soleil Bronzer” del brand Too Faced, caratterizzati dalla profumazione di cioccolato. Ecco, anche le naturaliste possono avere il loro make up cioccolatoso usando del semplicissimo cacao in polvere. Se si desidera utilizzare il cacao come un bronzer ma anche per fare del contouring, basterà applicarlo sul viso con un pennello per le polveri proprio come si farebbe con una polvere libera o compatta. Suggerisco di applicarne poco per volta versando prima del cacao in una ciotolina per regolarsi meglio, onde evitare un effetto troppo carico e innaturale. Ottimo per dare un leggero colorito alle pelli chiare, per far risaltare l’abbronzatura e per definire i contorni del viso.

  • IL CARBONE VEGETALE COME EYELINER

Per realizzare il classico eyeliner nero si deve mescolare un pò di carbone vegetale in polvere (carbone attivo) a dell’olio di cocco grezzo fino ad ottenere un composto cremoso, l’eyeliner appunto, che andrà applicato sulla rima palpebrale con l’apposito pennello. Al posto dell’olio di cocco si può usare il burro di karité oppure burro di cacao o anche della semplice acqua, ma in quest’ultimo caso l’effetto sarà meno carico e meno duraturo. Lo stesso impasto si può utilizzare su tutta la palpebra come ombretto cremoso per un effetto drammatico. Oltre al classico nero si possono creare eyeliner colorati: per ottenere un eyeliner verde scuro, all’olio di cocco si deve addizionare l’alga spirulina; per un eyeliner marrone si utilizzerà il cacao in polvere.

  • LE MORE COME ROSSETTO

Nelle more si nasconde un succo con un alto potere colorante dalla tonalità rosa o porpora, che si può impiegare come rossetto. Per utilizzare come rossetto le more che siano rosse o nere o mescolate insieme per creare diverse nuance rossastre, si deve utilizzare il succo del frutto scongelato. Basta semplicemente prendere il frutto fresco e lasciarlo congelare nel freezer per poi successivamente farlo scongelare a temperatura ambiente, così facendo le more rilasceranno il loro colorante sotto forma di succo/acqua di condensa. Per truccare le labbra si può intingere il dito direttamente nel succo e passarlo sulle labbra fino ad ottenere la colorazione gradita oppure strofinare una mora scongelata sulle labbra. Per ottenere un colore più scuro e duraturo si possono effettuare diverse passate di succo o di frutto, avendo l’accortezza di lasciare asciugare ciascuna di esse. Le more coloreranno, o meglio macchieranno, per diverse ore le labbra come fossero una tinta. Ciò che avanza si può conservare in frigo oppure mangiare tutto subito per un’azione super antiossidante che ci renderà anche sane oltre che belle. Per un rossetto dalla nuance rosa acceso si possono usare i lamponi con lo stesso procedimento delle more, mentre per un rosso intenso si può usare la barbabietola strofinando sulle labbra una sua fetta.

  • I MIRTILLI COME OMBRETTO

Quando si ha voglia di indossare un luminoso e naturale ombretto dalla tonalità bluastra, non c’è alimento migliore del mirtillo. Si congela e poi scongela una piccola manciata di mirtilli che andranno poi schiacciati in una ciotola con una forchetta o un cucchiaino. Il composto ottenuto sarà un ombretto in crema da passare con le dita sulle palpebre. Per ottenere una colorazione intensa, applicare diversi strati lasciandoli asciugare individualmente. Il composto si può impiegare anche come rossetto per un look drammatico. Per ottenere un ombretto nero invece, basterà passare sulle palpebre del carbone vegetale polverizzato (bagnato per un effetto più strong) oppure del cacao in polvere per un ombretto beige.

  • LE CILIEGIE COME BLUSH

Le ciliegie sono una validissima alternativa tutta naturale al solito blush per ottenere delle guance con effetto salute. Il loro succo avendo un colore intenso, soprattutto se sono molto scure, è bene utilizzarlo in modiche quantità. Per usarle come blush si devono tagliare a metà eliminando il nocciolo, congelarle e poi scongelarle in modo da farle impregnare del loro succo colorato. Per l’applicazione si possono immergere l’indice ed il medio della mano q.b. nel succo e strofinare poi le dita sulle guance con un movimento circolare fino ad ottenere il tocco di colore voluto, oppure si può massaggiare una ciliegia tagliata zuppa di succo direttamente sulla guancia. Per eliminare l’eccesso di colore quando questo non è ancora asciutto, basta tamponare un fazzoletto sulla zona, mentre se è asciutto basta tamponare con un fazzoletto bagnato d’acqua.

  • L’OLIO DI COCCO COME LIP GLOSS

L’alimento più facile per truccarsi è l’olio di cocco da usare come lip gloss trasparente. Nulla di più semplice ed immediato è strofinare un pò di olio di cocco sulle labbra per renderle super lucide, rimpolpate oltre che protette e nutrite. Per ottenere una sfumatura colorata, si deve mescolare all’olio un pò di succo di frutti di bosco per ottenere una naunce rosata, mentre per una nuance sulle note del marrone si dovrà usare cacao in polvere.

© 2015, silviadgdesign.altervista.org. All rights reserved.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.