In Italia sfortunatamente poco conosciuta è la Terra Diatomacea, una vera panacea per tanti mali che non può mancare nella dispensa di un naturalista accanto alle sue argille, erbe e farine. Questa speciale terra che viene impiegata per diversi scopi sia industriali (di tipo calcinato, tossica per l’essere umano) che d’integrazione alimentare per umani ed animali (di Grado Alimentare/ DE – Food Grade), viene raccolta in luoghi dove secoli prima esistevano vaste distese d’acqua ormai prosciugate, e quindi per sua natura costituita dai fossili delle alghe diatomee (microscopici organismi unicellulari acquatici) ricchissimi in silice (dall’80% al 95%) più tracce di tantissimi altri minerali ed ossido di ferro. Per questa sua particolare composizione, laTerra Diatomacea viene anche chiamata farina fossile e può essere considerata una fonte quasi pura di silice naturale.

terra-diatomacea-di-grado-alimentare-erbavoglio

I benefici che la Terra Diatomacea può apportare all’organismo sia umano che animale sono molteplici, ma sostanzialmente sono quelli derivati dall’integrazione supplementare del silicio, tenendo però conto della sua primaria capacità per la quale è più usata di disintossicare l’organismo, essendo una sorta di detergente organico naturale che agisce sul tutto il tratto gastrointestinale per pulirlo a fondo da ogni impurità anche chimica.

Tra le potenzialità d’azione derivate dall’assunzione della Terra Diatomacea ci sono quelle di:

  • pulizia delle pareti intestinali eliminando eventuali parassiti, virus e batteri che sono presenti nel tratto digestivo;
  • rimozione dei residui di farmaci, metalli pesanti e pesticidi;
  • riduzione della pressione arteriosa e del colesterolo cattivo;
  • sollievo alle articolazioni doloranti;
  • supporto per la salute del cuore e dei polmoni;
  • miglioramento della salute delle ossa fermando l’osteoporosi;
  • potenziamento del sistema immunitario;
  • miglioramento dello stato della pelle, capelli, unghie, denti e gengive;

Questa polvere va assunta tutte le mattine nella quantità di un cucchiaino da té, fino ad un massimo di tre cucchiaini divisi durante l’arco dell’intera giornata cercando di evitare le ore serali essendo energetica, mescolata ad una qualsiasi bevanda come acqua, succo di frutta, tisana o latte (calda o fredda è indifferente). Essendo la polvere inodore e insapore può essere aggiunta anche ai cibi dato che non ne guasterà il profumo e gusto, ma per praticità è consigliabile assumerla in un liquido, avendo l’unica accortezza di mescolare di tanto in tanto dato che non si scioglie del tutto ed è solita depositarsi sul fondo del bicchiere. Stessa cosa vale se ad assumerla è il nostro amico animale quando vogliamo difenderlo dai parassiti come pulci e zecche, semplicemente aggiungendo un pò di polvere ai loro cibi o acqua.

terra-diatomacea-alimentare

Essendo una polvere può essere impiegata in tanti modi oltre che come integratore salutare, sfruttando la sua azione insetticida ed igienizzante, come ad esempio per deodorare i secchi della spazzatura o la lettiera dei gatti mettendone un pò nel contenitore, ma anche per creare un detergente per la casa mescolandola a dell’aceto o del sapone per piatti/pavimenti, così come ingrediente cosmetico per maschere di bellezza e scrub da usare al posto della comune argilla o altre polveri assorbenti e purificanti, oppure aggiunto allo shampoo o al dentifricio al momento dell’uso, e tanto altro ancora. Là dove occorre pulire a fondo e risanare, in aiuto arriva la Terra Diatomacea.

terra-diatomacea-di-grado-alimentare

Della Terra Diatomacea di Grado Alimentare ne esistono pochi brand in commercio, più o meno tutti in sacchi da ca. 500g al prezzo di 20,00€ ca. Fortunatamente c’è una azienda italiana di fitopreparati naturali che la produce, ed è ErbaVoglio, facilmente reperibile nei negozi fisici ed online, come ad esempio Macrolibrarsi.it sul quale l’ho acquistata in confezione da 400g al prezzo di 22,00€. Altri brand, ma esteri, sono Lumino Wellness e Nature’s Wisdom, che io sappia reperibili però solo in pochi siti europei/americani, per questo vi consiglio quella di ErbaVoglio, che adopera tutti gli standard di sicurezza richiesti dal nostro Paese in merito a tali prodotti oltre ad essere di facile reperibilità.

© 2016, silviadgdesign.altervista.org. All rights reserved.

12 Commenti su TERRA DIATOMACEA DI GRADO ALIMENTARE: la farina fossile ricca di silice ed altri minerali per la disintossicazione del corpo

  1. Salve, in merito alla Terra Diatomacea alimentare vorrei sapere se, quando si dice che pulisce l’apparato gastrointestinale anche dai batteri, si intende inclusi quelli buoni e utili a noi. Inoltre ho letto che assorbe i metalli pesanti, anche il ferro? Come posso eventualmente usarla senza sbagliare?
    Grazie, Luisa M.

  2. @Luisa
    ciao Luisa, la terra elimina solo i batteri nocivi perchè sono quelli che l’organismo lascia espellere naturalmente in quanto li riconosce non fisiologicamente utili e appunto nocivi (altrimenti saremmo perennemente ammalati), mentre quelli buoni collegati alla flora batterica intestinale rimangono dove sono. La terra diatomacea non è un medicinale antibiotico che alla lunga altera la flora, ma un rimedio meccanico che aiuta la normale funzionalità propria all’organismo di eliminare tutto ciò che al corpo non serve.

    Per metalli pesanti si intendono quelli non indispensabili e tossici in dosi eccessive, identificati soprattutto in: alluminio, arsenico, berillio, mercurio, cadmio, nichel e piombo. Questi si trovano nell’aria, nell’acqua e nella catena alimentare, venendo perciò assorbiti dall’organismo umano, che da solo però è già programmato per eliminarli soprattutto grazie al fegato (altrimenti saremmo tutti intossicati e malati). Può accadere però che un determinato e prolungato inquinamento (tipo lo smog urbano o acque non bene depurate) sia così eccessivo per se stessi che il corpo non riesce a disintossicarsi da solo, permettendo l’accumularsi di tali metalli e il ricorso a terapie e medicinali appositi. Il ferro indispensabile per l’organismo cellulare viene assorbito e immagazzinato in dosi utili come minerale (poi trasformato in ferritina) e non come metallo pesante…patologie a parte, se ne perde molto di più con il semplice ciclo mestruale.

    Spero di esserti stata utile.

  3. Grazie Silvia per la tua spiegazione chiara e precisa!!
    Permettimi di approfittare ancora delle tue competenze anche per un dubbio sul modo di assunzione della terra diatomacea: va bene la mattina a digiuno nella dose di un cucchiaino da tè in un po’ d’acqua? Basta aspettare 10-15 minuti per la colazione? Si può prendere ininterrottamente o meglio fare dei cicli? E semmai per quanti giorni e in quali periodi? La posologia per gli umani vale anche per i cani?
    Ti ringrazio per condividere le tue conoscenze in rimedi naturali e mi spiace per la raffica di domande… Purtroppo nel campo della naturopatia non sono molto approfondite, senza parlare di quello medico…
    Aspetto con fiducia. Un saluto cordiale.
    Luisa M.

  4. @Luisa

    Per l’assunzione:

    – va bene la mattina a digiuno nella dose di un cucchiaino da tè in un bel bicchierone d’acqua, tipo i mug da colazione da 250ml. Se l’acqua è poca non si scioglierà del tutto e sentirai i granelli;
    – non occorre aspettare nessun determinato tempo prima di fare colazione per il semplice fatto che la terra la puoi assumere mescolandola ai cibi. A stomaco pieno o vuoto non fa differenza, quindi nemmeno aspettare tot tempo. La prendi quando te lo ricordi e puoi insomma. Al mattino certamente è il momento migliore ma solo perchè il corpo dopo il riposo notturno è al suo massimo di attività, tra cui quella di purificazione;
    – La terra la puoi assumere tutti i giorni a tempo indeterminato, anche per sempre perchè è biocompatibile con l’organismo, il quale comunque è capace da solo di espellere gli eccessi di qualunque cosa, e quindi non ci sarà mai un “accumulo di terra/minerali” nel tuo corpo. Se preferisci fare dei cicli per non stufarti e perchè stai bene (quindi non senti l’esigenza di assumerla), puoi fare dei cicli di 3 mesi di assunzione cad. (standard per gli integratori) intervallati da 3 di non assunzione.
    – La posologia per gli umani e gli animali è la stessa. Magari se il tuo animale sta bene e vuoi solo prevenire i parassiti basta un cucchiaino al giorno mescolato al cibo, se invece è per eliminare i parassiti già esistenti 3 volte al giorno per almeno 3 mesi. Per gli animali puoi anche strofinarla sul manto, metterla nella cuccia/lettiera/gabbia…insomma dove sono soliti stare.

    Fammi tutte le domande che vuoi, tranquilla.

    Un abbraccio

  5. Gentilissima Silvia, farò tesoro delle informazioni che mi hai passato. L’assunzione della terra diatomacea sarà più semplice senza distanziarla dai pasti, quindi inizierò domani stesso.
    È stato un piacere la scoperta del vostro blog che trovo molto utile e sarà un piacere seguirlo nel tempo. Un grazie di cuore. Luisa

  6. Ciao Silvia,
    grazie per le preziose informazioni che condividi.

    Avrei solo una domanda da porti: ho acquistato anche io la Terra Diatomacea della Erbavoglio, ma, ho letto che inalare la polvere puà essere pericoloso per i polmoni.
    Ora vorrei sapere come ti regoli tu, in quanto ogni qualvolta che si apre/chiude la confezione un po’ di polvere si genera e di conseguenza si respira.

    Grazie
    marco

  7. @Marco
    Ciao Marco, il problema dell’inalazione della terra diatomacea come per tutte le polveri contenenti silicio è quello che se inalata in una certa quantità e quotidianamente può portare nel lungo termine alla silicosi (una pneumoconiosi). Ne sono colpiti spesso gli artigiani che lavorano le ceramiche, i graniti, pietre ecc. L’uso però casalingo di questa terra in realtà non comporta davvero tale rischio, la quantità che può svolazzare nell’aria ed arrivare ai tuoi polmoni è pressoché nulla…lo smog urbano è decisamente più pericoloso 🙂 Sulla confezione è riportata tale nota ovviamente a titolo informativo precauzionale come da norme legislative. Tornando alla tua domanda, io personalmente non faccio nulla perchè sono sempre molto delicata nel prelevare con il cucchiaino la polvere e nel mescolarla nel bicchiere, la pochissima polvere che si solleva ricade subito quindi non ho mai inalato nulla. Ti posso consigliare semplicemente di coprire il cucchiaino con la seconda mano aperta oppure con uno scottex mentre prendi la polvere e mentre la mescoli all’acqua in modo da fare barriera, e magari anziché mescolarla subito attendere un pò in modo che da sola inizi a scendere poi schiacciarla con il cucchiaino sempre verso il fondo e infine mescolare.

    Ma in generale basta che fai tutto lentamente così non crei polveroni 🙂 oppure ti tieni a distanza con la testa girata di lato o ancora trattieni il respiro che forse fai pure prima. Poi se proprio proprio hai dei timori, mettiti una mascherina o un fazzoletto bagnato davanti al naso e alla bocca….ma davvero stai tranquillo!

  8. vorrei sapere se, fra i minerali contenuti nella terra diatomacea, ci sono , come nell’argilla, anche tracce di alluminio.
    grazie
    Elena

  9. volevo chiedere una cosa:
    posso utilizzare questa terra per eliminare le cimici da letto?
    grazie
    Laura

  10. @Laura
    Si certo, puoi usare anche questa di grado alimentare e per ogni tipo di insetto. Io però ti consiglio per questi scopi esterni di prendere quella normale, non di grado alimentare, perchè costa molto meno e viene venduta anche a chili, quindi molto più conveniente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.