Eccomi con un altro appuntamento riservato ai campioncini di cosmetici eco-bio, per visionare su larga scala ciò che offre il mercato in questo settore. Questi da me provati sono omaggi trovati in uno o più ordini fatti on-line. Ecco cosa ne penso.

campioncini la saponaria, bioearth, bjobj, maternatura

Questo dentifricio senza fluoro completamente naturale e arricchito da estratti biologici, è studiato per assicurare freschezza con il suo contenuto di Aloe Vera e Lichene Islandico, mentre con la Salvia e il Tea Tree svolge azioni di tipo antimicrobico, sbiancante e disinfettante. Gli attivi sono agglomerati ad una corposa e morbida pasta bianca composta da Sorbitolo, Silica, Kaolino e Xilitolo. Il campioncino mi è bastato per tre applicazioni, tutte e tre per me nausanti a causa del sapore argilloso leggermente dolce della pasta dentrificia, per nulla piacevole. Ammetto di aver avuto la prima volta alcuni principi di conati di vomito, che si sono alleviati nei due ultimi usi. Io non sono per nulla schizzinosa e dò sempre il giusto valore ai prodotti, tanto che anche quando non rispecchiano a pieno le mie esigenze, riesco ad apprezzarli ugualmente per quel che possono darmi con le loro performance e ad usarli fino alla fine, ma in questo caso credo che non ci sarei riuscita se avessi avuto la confezione full-size. Questo dentifricio non mi è piaciuto per nulla non solo per il suo sapore, ma anche perchè non mantiene le promesse di lasciare una sensazione di freschezza e sbiancamento ottico (lo sbiancamento naturale non è possibile), né quella di ricevere un’azione antiplacca ed anticarie. Ciò che lascia è invece un sapore pastoso e pesante in bocca proprio come quello che si ha dopo aver mangiato. Certamente non lo acquisterei.

La linea Etnic caratterizzata dalla presenza dell’olio di Jojoba e il burro di Karité di cui fa parte questa crema, è attualmente l’ultima uscita in ordine di tempo del brand italiano Bjobj. Sulla mia pelle normale e sensibile, di questo liquidissimo fluido corpo ho potuto apprezzare soltanto due fattori: la profumazione lievemente talcata e la leggera resa setosa. Per il resto, è un prodotto a parer mio inutile in quanto è privo anche delle minime e basilari performance richieste a tale tipologia di prodotto, ovvero idratazione e nutrimento. La crema corpo Etnic non fa nulla sulla pelle, non apporta alcuna soddisfazione d’uso né di trattamento di bellezza interno ed esterno, usarla o non usarla è la stessa cosa. Del resto, la formulazione è molto povera e quei pochi attivi presenti come l’olio di Jojoba, il burro di Karitè e la Glicerina, non sono nemmeno ben bilanciati visto che non riescono a lavorare né singolarmente né sinergicamente. Forse, per sua texture leggera ed asciutta di rapido assorbimento, può andare bene nel periodo estivo per le pelli normali che vogliono sentire giusto un tocco talcato.

LA SAPONARIA – LE ALBICOCCOLE: Crema lenitiva Viso e Corpo Albicocca, Calendula e Camomilla

Crema studiata per le esigenze dei più piccoli, a base di burro di Karitè ed oli di Albicocca e Oliva per dare alla pelle nutrimento ed emollienza, mentre gli estratti vegetali di Hamamelis, Camomilla e Calendula l’addolciscono e la leniscono. I prodotti per i bambini sono perfetti per le pelli adulte sensibili e delicate, ed è per questo che l’ho impiegata come crema corpo post depilazione, al fine di sfruttarne gli attivi curativi. Essendo solo un piccolo campioncino l’ho potuto utilizzare solo una volta sulle gambe appena depilate, rivelandosi però sufficiente nel quantitativo grazie alla texture fluida e leggera di facilissima distribuzione nonché di rapidissimo assorbimento. Confermo le sua capacità lenitiva ed emolliente, aggiungendone anche una rinfrescante. Non mi è sembrata però molto nutriente ed idratante, ma per la pelle del bambino credo invece vada bene. Ciò che non mi è piaciuto della crema è la sua profumazione, neutra ma con un certo sentore di “chiuso”.

LA SAPONARIA: Crema viso idratante aloe vera e Argan

Crema consigliata alle pelli grasse e miste che non tollerano prodotti eccessivamente nutrienti. Il suo effetto idratante ed ammorbidente è affidato alla sinergia di attivi principali che sono l’Arancio Amaro, l’Olio di Argan, l’Aloe Vera e l’Olio di Oliva, uniti ad altre sostanze che alleggerisco la formulazione in modo da renderla adeguata a chi vuole evitare il formarsi di lucidità e pesantezza sulla pelle. Ha una texture fluida e delicata, dalle piacevoli note agrumate, che si assorbe molto rapidamente lasciando il viso ben idratato, morbido e liscio. Mi è piaciuta molto, e la trovo adatta a tutte le pelli da normali a grasse, anche delicate poichè non contiene alcool, profumo, né molti conservanti ed allergeni.

MATERNATURA: Crema viso idratante ai Fiori d’Arancio

Questa crema indicata per la pelle da normale a secca, è un fluido viso leggero ma ben nutriente ed idratante, capace di apportare comfort e benessere senza appesantire o ungere la pelle che invece rimane morbida, luminosa e dall’aspetto riposato. Ne basta pochissima per trattare viso e collo, risultando anche di piacevole utilizzo per la sua texture vellutata e fresca. Ciò che mi ha particolarmente colpito della crema sono le sue azioni confortanti e riequilibranti, che la rendono l’idratante quotidiano non solo delle pelli mature, stressate e stanche, ma anche di quelle sensibili e reattive come la mia. Risultati ottimi derivati dalla ricchezza formulativa composta da attivi antiossidanti, rigeranti, emollienti e protettivi come la Rosa Canina, gli oli vegetali di Avocado e Ricino, e gli estratti di fiori d’Arancio, Riso, Malva, Avena, Meliloto e Fieno Greco. Questa mi piacerebbe molto provarla a lungo termine.

© 2015, https://silviadgdesign.altervista.org. All rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.