Carissime/i sapete per me quale primaria caratteristica deve possedere un cosmetico eco-biologico per ritenersi davvero tale? Essere semplice e per questo mirato.

Cosmetici semplici e mirati sono quelli di Laboratoire du Haut-Segala, azienda francese specializzata nella produzione e commercializzazione di oli vegetali ed acque floreali, oltre che di altri prodotti, tutti naturali al 100%, ecocompatibli, vegan e certificati Ecocert e Cosmebio, nata con l’intento di aiutare il consumatore a scoprire i benefici delle piante che, secondo l’azienda, hanno un ruolo ben specifico e significativo da svolgere nel mondo dei prodotti di bellezza. Un ruolo che il team di Laboratoire du Haut-Segala cerca di interpretare al meglio attraverso il contatto diretto con la natura, acquisendo da essa il sapere necessario alla creazione di prodotti artigianali, completamente organici e adatti agli usi più specifici.Laboratoire du Haut-SegalaLa filosofia cosmetica di Laboratoire du Haut-Segala va inquadrata in una modalità di cura personale ben definita, quella di Concentrata Semplicità.

I prodotti, soprattutto quelli costituiti da oli vegetali ed acque floreali, sono da considerarsi come materie prime o, ancor meglio, come attivi funzionali. Ciò consente di poter dare alla propria pelle specifiche sostanze per specifici scopi, ma anche di poter creare al bisogno dei mix personalizzati o ancora, di potenziare, di definire o di correggere un cosmetico finito quale può essere una crema piuttosto che uno shampoo, in modo da sfruttarlo al meglio per scongiurare il rischio dello spreco assecondandone invece lo smaltimento e/o il riciclo. Gli ingredienti singoli insieme ai cosmetici dalle formulazioni brevi, sono certamente la miglior rappresentazione della vera cosmetica eco-biologica fatta di poche e semplici cose per un consumo davvero consapevole.

La gamma Laboratoire du Haut-Segala consente proprio di poter assicurare il benessere alla pelle seguendo quel principio base che è l’anima dell’etica eco-bio: l’uso di poche e semplici cose per accedere ad una cura personale pratica, veloce, performante e a basso impatto ambientale. Una gamma comprensiva di: OLI VEGETALI ottenuti dalla prima spremitura a freddo di semi, fiori o frutti selezionati accuratamente; ACQUE FLOREALI costituite da attivi idrosolubili estratti dalle piante con plurime proprietà; HAMMAM in cui il burro di Karitè ed il Rhassoul danno la possibilità di formulare cosmetici finiti ancora più ricchi, combinandoli con gli oli e/o le acque per una routine completa.

 

Haut Segala gamma cosmetica

Ci si può detergere viso, corpo e capelli con il Rhassoul, un’argilla saponifera usata da molti secoli dalle donne orientali ed ormai entrata positivamente nella cultura occidentale grazie alla sua delicata efficacia, assaporabile sia da sola che aggiunta a cosmetici in nostro possesso. Per poi passare alla tonificazione con un’acqua floreale come ad esempio quella di Rosa Bio, che consente di completare la pulizia sia usata pura che aggiunta ad una polvere o altro ingrediente per creare un’ottima maschera viso. Finendo con l’idratazione ed il nutrimento attraverso l’uso di un olio vegetale come di Rosa Mosqueta bio (per rimanere in tema), applicato in piccola dose sulla pelle umida oppure miscelato alla crema abituale, ad un altro olio o al Latte corpo al burro di Karitè bio del brand. Insomma, con i prodotti puri e semplici è possibile fare qualunque cosa per qualunque scopo, avendo però sempre la certezza di prendersi cura di sé nella maniera più ottimale e genuina, in maniera eco-bio.

Di Laboratoire du Haut-Segala ho provato alcune referenze per una collaborazione gratuita con l’azienda attraverso il loro sito Italiano http://www.haut-segala.it/. Queste, insieme a tutta la gamma cosmetica, sono acquistabili online presso il bio e-commerce Vecchia Bottega che è il rivenditore italiano ufficiale del brand francese, oltre che nei negozi fisici autorizzati distribuiti in tutta Italia (per conoscere il più vicino inviare una email all’indirizzo: [email protected])

HAUT-SEGALA acqua rosa, acqua camomilla, olio tamanu

I prodotti che mi hanno fatto compagnia durante il torrido mese di agosto e che sicuramente continueranno ad accompagnarmi per buona parte dell’autunno, sono due acque floreali bio, una di camomilla e l’altra di rosa, insieme ad un olio vegetale bio, quello di Tamanu.

 LE ACQUE FLOREALI

HAUT-SEGALA acque floreali alla rosa e alla camomilla

Le acque floreali, dette anche idrolati o acque aromatiche, sono delle acque cosmetiche passe-partou utili per il risanamento della pelle del viso, della pelle del corpo e dei capelli, sia di adulti che dei più piccoli anche in fascia neonatale e, volendo, possono essere utilizzate anche sui i nostri amici animali. Sono ottenute insieme agli oli essenziali dalla distillazione a vapore delle piante officinali dotate di virtù benefiche e proprietà curative, pertanto sono prodotti di bellezza totalmente naturali, privi di agenti chimici e sintetici come coloranti, profumi e conservanti oltre che prive di alcool. L’acqua floreale è quindi un’acqua contenente solo le proprietà naturali delle parti distillate di fiori, di foglie o altre di una pianta, e più precisamente contenente tutte le sostanze idrosolubili che non rimangono nell’olio essenziale poichè in quest’ultimo si concentrano i composti liposolubili. Essendo le acque floreali dei concentrati diluiti e perciò molto più delicati rispetto agli oli essenziali, possono essere utilizzate da chiunque senza temere effetti collaterali anche nel caso in cui si utilizzi un’acqua non idonea al raggiungimento dei benefici desiderati, ma al massimo i suoi effetti saranno nulli o altri. Inoltre, le acque floreali sono un modo sicuro, delicato e certamente meno costoso di fare aromaterapia. Anche se in molti considerano queste acque come degli scarti essendo effettivamente un sottoprodotto della distillazione degli oli essenziali, in realtà si dimostrano dei toccasana anch’esse per la bellezza e la salute della nostra pelle e sono l’esempio di come non si getta via nulla della natura, senza considerare l’importante fattore che alcune sostanze idrosolubili delle piante si possono trovare solo nelle acque floreali.

L’importante è che esse siano pure e che vengano conservate al fresco, lontano da fonti dirette di luce e calore, a causa della loro delicatezza. Tra tutte quelle presenti in commercio, sono da preferire le acque floreali biologiche e certificate, con l’eventuale aggiunta in formulazione di conservanti ed allergeni esclusivamente naturali, contenute in packaging di colore scuro e magari anche riciclabile, ovvero come le acque floreali di Laboratoire du Haut-Segala.

HAUT-SEGALA impieghi delle acque floreali

Seppur meno potenti degli oli, sono in grado di operare efficacemente sulla pelle ogni tipo di azione, che sia purificante, rigenerante, idratante, lenitiva o antinfiammatoria, ogni problema ha come soluzione una o più tipi di acqua dato che ciascuna ha intrenseca una o più azioni benefiche appartenenti alla pianta officinale dalla quale deriva. Cosa si può fare con un’acqua floreale? Tutto ciò che si può fare con una comune acqua, usata pura, diluita con altre acque, vaporizzata sulla pelle e sui capelli oppure considerata come ingrediente per la preparazione di cosmetici fai da te (spignatti) e di rimedi naturali. La si può impiegare ad esempio come: tonico post detersione ma anche per la detersione stessa; per fissare il trucco; abbinarla allo stesso olio essenziale per avere un’azione più sinergica; per rinfrescarsi dalla calura; per inumidire la pelle o i capelli prima dell’applicazione di un olio vegetale o di una crema pesante; per alleggerire o diluire delle formulazioni cosmetiche troppo unte e grasse o per arricchire quelle un pò troppo povere; per rinfrescare l’aria di casa o dell’automobile durante un viaggio; per preparare composti come maschere e impacchi; per eliminare ogni tipo di residuo di impurità o di altro prodotto precedentemente usato e tanto altro ancora…sulla persona. E sull’animale? L’acqua floreale sui nostri amici a quatto zampe trova impiego per lenire punti doloranti e caldi e inoltre per deodorare e purificare il loro pelo. In sintesi, le acque floreali sono il prodotto ideale per prendersi cura di sé a 360°, includendo il lato estetico, quello interiore e quello ambientale che ci circonda.

Un ottimo uso dell’acqua floreale, di cui testimonio l’efficacia, è quello di sosituirla alla comune acqua di rubinetto che potrebbe essere troppo calcarea, per creare impasti di argilla potenziati da applicare sul viso, sul corpo o sui capelli a mò di detergente, maschera o impacco. Una delle migliori argille conosciute a tale scopo è certamente il Rhassoul (o Ghassoul) come quello di Centifolia, contenuto in un sacchetto di carta richiudibile da 250g al prezzo di 7,00€. La pasta di Rhassoul preparata con un’acqua floreale, anche riscaldata per favorire più facilmente lo scioglimento della polvere, sarà sempre qualitativamente migliore di una pasta preparata con la semplice acqua perchè alle proprietà dell’argilla si aggiungeranno quelle benefiche dell’acqua floreale. Ecco che, un impasto di solo Rhassoul pulente, purificante, reminiralizzante, rigenerante e ammorbidente, può diventare con l’aggiunta dell’acqua floreale molto più ricco, più mirato e quindi più efficace. Tra l’altro, l’uso del Rhassoul è anche molto piacevole poichè quando da polvere passa alla consistenza cremosa, acquisisce una texture morbida simil balsamo che si lascia massaggiare e distribuire senza alcuna difficoltà e in modo omogeneo, in più, si risciacqua benissimo perchè la polvere non è granulare ma setosa come una farina. L’impasto di Rhassoul – Centifolia è una crema lavante inodore di facile preparazione ed uso, che lascia la pelle pulita, morbida e levigata, mentre sulla chioma si comporta come un ottimo shampoo-balsamo lasciandola pulita a fondo, lucida, morbida, districata e con il cuoio capelluto lenito e purificato. Con l’aggiunta di una o più Acque Floreali – Haut Segala può diventare un cosmetico di trattamento da Hammam o SPA.

Lo stesso concetto si applica agli impasti fatti con erbe ayurvediche, come l’Henné Neutro (Cassia Italica Leaf Powder) di Centifolia, anch’esso contenuto in un sacchetto di carta richiudibile da 250g, al prezzo di 7,50€. L’acqua floreale scelta esalterà le azioni rinforzanti, battericide e lucidanti dell’henné neutro con le proprie andando nel contempo a mitigare quella possibile seccante, per ottenere una chioma finale più folta, più voluminosa e più disciplinata, ma anche meglio profumata. L’acqua floreale può risultare infatti molto utile per sfruttare il suo gradevole profumo, qualunque esso sia, con il fine di sopperire in parte quello meno invitante dell’henné, tra il fieno e gli spinaci, perchè avere dei capelli più belli è un pò inutile se poi vengono accompagnati da uno sgradevole odore per noi o per gli altri (dopo diversi shampoo l’odore dell’henné sparisce in modo naturale).

Sia il Rhassoul che l’Henné Neutro di Centifolia, come i prodotti di Laboratoire du Haut-Segala, sono reperibili online sullo shop http://www.vecchiabottega.it nei formati e prezzi sopra indicati.

ACQUA FLOREALE DI CAMOMILLA BIO

HAUT-SEGALA acqua floreale di camomilla

Per le pelli sensibili e reattive con tendenza alle eruzioni cutanee di vario tipo, come è la mia, l’acqua floreale di camomilla può rappresentare un elemento molto importante al fine di riequilibrare la pelle sofferente o di prevenire nuovi squilibri. La stessa motivazione che spinge una persona ansiosa, nervosa, bisognosa di tranquillità e di calma a prepararsi una dolce e calda camomilla, è la stessa che ne spinge un’altra ad usare topicamente la camomilla, ovvero quella di neutralizzare il problema che attanaglia, interno per la prima persona, esterno per la seconda. Il risultato desiderato è sempre quello di sollievo, di comfort, di lenimento, di emollienza…risultato che arriva velocemente quando la genuinità e la purezza sono alla base del prodotto scelto. L’Acqua floreale di Camomilla bio di Laboratoire du Haut-Segala è proprio così e basta una semplice vaporizzata sull’inestetismo per capirlo.

Io adoro vaporizzarla così, pura e semplice, sul viso e sul corpo per ottenere un’immediata sensazione distensiva e calmante sia nei confronti della pelle che dell’animo, sottolineata dalla tipica dolce profumazione e, aggiungo, anche di sapore. Un effetto calmante riscontrabile attraverso tutta una serie di miglioramenti, quali: una maggiore luminosità della carnagione; un disarrossamento degli effetti causati dalla calura o dagli sforzi fisici o anche emozionali; una riduzione del prurito quasi immediata e delle irritazioni; un generale rinnovato sollievo dato dalla freschezza dell’acqua potenziato dalla sua azione disinfiammante.

È l’acqua ideale per chi è irritato sia fuori che dentro.

Eccellente spruzzata al bisogno per calmarsi o solo per coccolarsi un pò sfruttando il suo addolcente potenziale aromaterapico, così come è eccellente prima di applicare un olio vegetale o la crema idratante con il fine di apportare un maggiore fattore idratante e una diminuzione dell’eventuale aggressività causata da uno o più ingredienti a noi non consoni. A tutti sarà capitato, e magari capiterà in futuro, di acquistare un prodotto rivelatosi poi o troppo blando o troppo forte, in questo caso un rimedio certamente adeguato è addizionare l’acqua di camomilla attraverso la vaporizzazione sulla pelle o direttamente sulla quantità prelevata di prodotto da applicare; è anche perfetta per creare maschere lenitive e più in generale da usare nei propri trattamenti spruzzandola sulla pelle o sui capelli, prima (per proteggere e preparare), durante (per mantenere) e dopo (per riparare e concludere). Io infatti la vaporizzo sul viso prima di fare qualsiasi maschera e scrub esfoliante in modo da prevenire possibili avversità, così come la uso per le situazioni più gravi a mò di impacco impregnando bene una garza o una striscia di cotone da applicare poi sulla zona fortemente irritata ad esempio dal sudore, come possono essere le pieghe della pelle (per le dermatiti sotto al seno o nell’interno coscia, l’acqua di camomilla è formidabile) oppure sulla zona irritata dalla depilazione appena effettuata o dalla ricrescita dei peli; quando rincaso dal lavoro con gli occhi stanchissimi, brucianti, arrossati e quasi doloranti perchè sono rimasta immobile davanti al pc per un’intera giornata, con l’aggiunta anche dell’aria condizionata sui mezzi pubblici, degli agenti atmosferici e dello smog urbano, quindici minuti di impacco sugli occhi con due dischetti di cotone pregni di acqua floreale mi restituiscono letteralmente la vista (ancora di più se l’acqua l’ho tenuta in frigorifero).

Greta & Haut-Segala

Sulla mia gatta Greta, l’acqua di camomilla è molto utile per la pulizia dei suoi occhi soprattuto quando sono irritati ed anche per calmare la zona dietro le orecchie dopo i ripetuti grattamenti, oltre che per pulirle l’abbondante pelo sporcato durante le sue perlustrazioni e la caccia. Lei ama molto quest’acqua tanto quanto la amo io, forse pure di più.

Qualunque uso io ne faccia ottengo sempre quel risultato calmante che cerco, più o meno in toto. Se la mitica Cleopatra che di cosmetica aveva capito tutto si faceva il bagno nel latte d’asina, io molto più che volentieri mi farei il bagno nell’acqua floreale di camomilla. Su http://www.vecchiabottega.it il formato 250ml a 9,90€.

ACQUA FLOREALE DI ROSA BIO

HAUT-SEGALA acqua floreale di rosa

L’acqua floreale per eccellezza, la più famosa, la più usata, la più amata. Eterno elisir di bellezza per ottenere una carnagione rosea e luminosa, pura e vellutata, come quella di una bambina. Altamente performante e versatile, si adatta alle necessità di tutti i tipi di pelle. Lenisce e calma quelle irritate e più sensibili, mentre idrata ed ammorbidisce quelle secche e disidratate. Le pelli impure e grasse le purifica restringendone i pori, quelle mature e segnate vengono invece tonificate, rassodate e illuminate. Quando si cerca un’acqua multiuso che si sappia adattare ai momenti, ai capricci e ai bisogni della nostra pelle, quella di rosa è certamente una validissima scelta, anche solo per poter usufruire del suo inconfondibile femminile profumo. Annusando l’acqua di rosa di Laboratoire du Haut-Segala si viene trasportate in un florido roseto.

Io la trovo imbattibile per la preparazione casalinga di maschere illuminanti e per tutto ciò verso cui richiedo un effetto antiossidante. Mescolata all’argilla Rhassoul di Centifolia, restituisce una pelle pulitissima, tesa, schiarita e soavemente profumata; vaporizzata sul viso ed applicata a mò di impacco con dei dischetti di cotone, cancella dopo pochi minuti grigiume e stanchezza, donando un aspetto più fresco e riposato; tenuta in frigorifero aumenta al massimo il suo effetto tonificante e rinfrescante sulla pelle; come per l’acqua di camomilla, se applicata sugli occhi gonfi ed irritati, diminuisce i gonfiori, illumina tutta la azona perioculare, con l’aggiunta di una piacevole sensazione di benessere; stupenda per fare alle mani e alle unghie degli impacchi serali con effetti anti-age e sbiancante, prima vaporizzando l’acqua sulle mani e sulle unghie da massaggiare fino ad assorbimento (celere), dopo mescolandola abbondantemente alla crema altrettanto abbondante, concludendo poi il rituale indossando dei guantini di cotone. Il risultato al mattino? Mani luminose, morbide e riparate insieme ad unghie lucide, liscie e con le cuticole perfette; spruzzata sui capelli per profumarli è stato un must estivo che mi sono concessa più che spesso, così come per rendere liquido il mio fondotinta in polvere in quei giorni in cui avevo bisogno di indossare qualcosa di più idratante e coprente (l‘acqua di rosa è perfetta per creare le versioni liquide su base acquosa delle polveri libere, ma anche per quelle compatte come nel caso degli ombretti per ottenere un effetto strong).

L’acqua floreale di rosa è quel prodotto di bellezza che, si vuole o non si vuole, è sempre bene tenere nel proprio beauty perchè prima o poi servirà sicuramente per affrontare una determinata situazione, grazie alla sua universalità d’azione. L’unico difetto di questa confezione è la troppa durezza della pompetta che non permette una vaporizzazione dell’acqua uniforme e leggera, ma forte tanto da creare degli schizzi e delle goccioline a causa della pressione che occorre esercitare per far uscire il prodotto. Non so se tale difetto è limitato alla mia confezione o a tutta la linea alla rosa, ma io consiglierei una revisione di questa pompetta poichè non tutte le acque hanno la stessa leggerezza e quindi non su tutte si può utitilizzare lo stesso packaging. Su http://www.vecchiabottega.it il formato 100ml a 11,90€.

OLIO VEGETALE DI TAMANU BIO

HAUT-SEGALA olio vegetale di tamanu

Quando mi è stata data la possibilità da parte della divisione italiana di Laboratoire du Haut-Segala di selezionare i prodotti di mio maggiore interesse, oltre all’acqua di camomilla ho scelto l’olio di Tamanu, a me prima sconosciuto. Un albero originario dell’Asia tropicale, largamente diffuso soprattutto in Polinesia (qui viene chiamato anche Atì) e nel sud est asiatico, ma anche nel sud dell’India e in Sri Lanka. Col senno di poi, decisione migliore non potevo prenderla avendo scoperto in quest’olio la risposta risolutiva ad ogni mio bisogno e ad ogni mio male. Mentre mi sarei aspettata il successo, poi ottenuto, dall’uso delle acque floreali di camomilla e di rosa, delle quali avevo già un’approfondita conoscenza e simpatia, il successo ottenuto invece da quest’olio è stato più che inaspettato pur avendo intuito fin dal principio le sue potenzialità. Ovviamente la sua selezione da parte mia è stata ben misurata e studiata, non è stata casuale, per questo mi ci sono dedicata pelle, capelli, anima e cuore. Quando si ha un problema cutaneo anche importante ed ostinato da allievare, da riparare e da eliminare, ci si deve affidare positivamente all’olio di Tamanu, certi che qualcosa di buono accadrà.

Apparentemente ha poco di tropicale per consistenza densa, per pesantezza media, per colore verde smeraldo intenso e per profumo delicato di oliva. L’olio di Tamanu ricorda molto l’olio di Oliva, sempre buonissimo (per me solo se proveniente dalle nostre campagne italiane), ma il Tamanu è qualcosa di diverso, molto, molto diverso. Sia usato puro che diluito con un altro composto già pronto o fai da te, si assorbe rapidamente lasciando la pelle asciutta, protetta, idratata e nutrita profondamente, molto morbida e luminosa. Pur non essendo un olio leggero non ingrassa né unge la pelle nemmeno nel corso delle ore successive alla sua applicazione, mentre se viene usato abbondantemente lascia sulla pelle una sensazione di pesantezza, quasi di occlusione se con riferimento al viso, è bene quindi usarne in piccole quantità a meno che non lo si impieghi per dei massaggi terapeutici.

Si raccomanda di non usarlo puro sulla pelle per periodi molto prolungati (diversi mesi con uso giornaliero) a causa della sua normale acidità che potrebbe causare un’azione rubefacente (arrossamento ed irritazione superficiale). Questa è una delle ragioni per la quale quest’olio viene generalmente usato miscelato insieme ad altri oli curativi o formulazioni cosmetiche in genere. Per la quotidianità è bene usarlo diluito mentre per gli episodi occasionali o per i brevi periodi può essere usato puro, sia sulla pelle asciutta che umida.

usi olio vegetale di tamanu

L’olio di Tamanu di Laboratoire du Haut-Segala ottenuto dalla prima spremitura a freddo dei frutti essiccati, 100% puro e biologico, ha multiple proprietà terapeutiche per le quali trova largo impiego non solo nei trattamenti cosmetici di bellezza, ma anche nella medicazione domiciliare e di primo soccorso sia per il bebé che per l’adulto, così come per l’animale. Possiede proprietà cicatrizzanti, antinevralgiche, antinfiammatorie, antifunginee, antibatteriche, antimicrobiche, protettive del sistema vascolare periferico, nutriente e sbiancante per la pelle. Nel complesso, lo si può considerare un disinfettante naturale e rigenerante cutaneo per tutte le patologie e i traumi dermatologici, dai più comuni e piccoli come possono essere i tagli, i graffi, le scottature, le punture e morsi di insetti, fino ai più importanti come le cicatrici, nuove o vecchie, le piaghe diabetiche, la psoriasi, l’eczema, il gonfiore alle gambe e la ritenzione idrica magari accompagnata dalla cellulite per colpa di una cattiva circolazione, i dolori muscolari e articolari. Per tutte queste sue eccezionali proprietà curative che ne fanno un antibiotico naturale, il Tamanu o Tamanù è sempre stato considerato un albero sacro di cui si consuma non solo i frutti e le foglie, ma anche il suo legno per la fabbricazione di idoli (tiki). Su http://www.vecchiabottega.it il formato 50ml a 13,90€.

I miei utilizzi dell’olio di Tamanu

DRENANTE, SGONFIANTE, STIMOLANTE DELLA CIRCOLAZIONE: l’olio di Tamanu favorisce la circolazione sanguigna periferica e capillare. Poichè aumenta la microcircolazione è indicato per risolvere i problemi di gambe pesanti e gonfie, di ristagno dei liquidi nei tessuti e, per effetto secondario, nel miglioramento degli inestetismi della cellulite. Soffrendo io per genetica di cattiva circolazione, in qualunque periodo dell’anno e per qualunque motivazione associabile a tale problema, soffro ripetutamente di pesantezza e dolori alle gambe, estremità fredde ed intorpidite e ristagno di liquidi. In genere, con del movimento come può essere una semplice camminata fatta al bisogno quando mi è possibile mitigo temporaneamente il problema, che si ripresenta appena mi siedo o mi fermo, e su questo il mio lavoro d’ufficio e il continuo stress a cui sono sottoposta di certo non aiuta. Basta considerare che in inverno sono dipendente dalle calze a compressione graduata. Nella mia difficile quotidianità, un positiva collaborazione giunge dai massaggi serali anti-fatica/pesantezza/cellulite, ancora più efficaci se eseguiti con cosmetici appositi ricchi di sostanze stimolanti il flusso sanguigno. In riferimento all’olio di Tamanu, dal primo massaggio dell’olio puro applicato sulla pelle umida delle gambe e dei fianchi, ho potuto apprezzare il suo potente effetto drenante e sgonfiante. Già dopo pochi minuti di massaggio, personalmente sento la necessità di urinare, cosa che poi faccio sempre dopo aver finito con l’applicazione. La fase di trattamento è sempre la stessa: massaggio a lungo fino al suo completo assorbimento e poi di corsa in bagno ad eliminare tutti i liquidi spostati verso il punto di scarico (vescica). Lo stesso vale quando l’olio viene diluito con un altro cosmetico, in particolare se questo è uno specifico contro gli inestetismi del corpo, routine che eseguo per la maggior parte delle volte, altrimenti per come sono messa la confezione di olio di Tamanu non mi durerebbe nulla. Subito dopo il massaggio, gli arti inferiori li sento e li vedo meno gonfi, meno doloranti e con un colorito decisamente più vivo. Chi ha bisogno di stimolare la circolazione, di sgonfiarsi e di migliorare gli inestetismi vari, può provarlo con fiducia. Un consiglio in più per l’affaticamento degli arti inferiori soprattutto se accompagnato da calura: vaporizzare l’Acqua floreale di Camomilla bio più volte prima di applicare l’olio, per un’immediato effetto decongestionante.

ANESTETIZZANTE E CALMANTE SULLE PUNTURE DI ZANZARA: una goccia di olio spalmata sulla puntura di zanzara, fa sopperire e poi sparire l’esigenza di grattarsi, riduce la dimensione ed il rossore del segno in maniera significativa e, se si capisce in tempo di essere stati appena punti, grazie all’applicazione immediata dell’olio sulla zona interessata gli effetti indesiderati della puntura nemmeno nascono. A me è capitato due volte di aver colto in flagrante di puntura una zanzara e avendo subito spalmato l’olio in entrambe le occasioni, non si è sviluppata l’irritazione. L’olio di Tamanu è il salvapelle contro le zanzare. Un consiglio in più post-puntura: vaporizzare prima l’Acqua floreale di Camomilla bio e poi massaggiare l’Olio vegetale di Tamanu bio, per un trattamento antipruriginoso completo.

DISINFIAMMANTE DEI BRUFOLI: l’olio di Tamanu è l’annientatore dei brufoli. Usato puro sulla singola imperfezione nel giro di poche ore la dimezza letteralmente e con le successive la fa regredire o maturare per poi farla definitivamente sparire senza lasciare segni. Pur avendo sconfitto l’acne da circa due anni, occasionalmente mi spunta fuori qualche brufolo a causa del ciclo mestruale oppure a causa della reattività della mia pelle. Generalmente non faccio nulla se non lasciare che seguino il loro corso, per questo mi sono accorta subito dell’efficacia dell’olio applicato su un brufolo anche quando esso è molto infiammato e grande, anzi, proprio su questi si può apprezzare maggiormente le proprietà terapeutiche dell’olio. Si rivela ulteriormente efficace sui brufoli appena spremuti o nel caso si intendesse farlo, per disinfettarli e cicatrizzarne subito la ferita. Sul web ci sono molte testimonianze e ricerche circa la sua funzionalità come agente anti-acne e come cicatrizzante dei residui acneici, quindi può essere usato su ampie zone colpite dall’acne o limitate a piccoli sfoghi, ma per questo genere di trattamento è preferibile usare l’olio diluito onde evitare fenomeni di sensibilizzazione. Un consiglio in più per il trattamento dell’acne: Rhassoul di Centifolia + Olio vegetale di Tamanu bioAcqua floreale di Rosa bio, per una maschera purificante, antibatterica, cicatrizzante, schiarente.

CICATRIZZANTE E DISINFETTANTE IN GENERALE: l’olio di Tamanu ha la proprietà di promuovere la formazione dei nuovi tessuti e perciò di accelerare la cicatrizzazione e la crescita di nuova pelle sana. Le cicatrici trattabili possono essere di vario genere: acneiche, smagliature, chirurgiche, ustioni, ferite. Su ciascuna, l’olio può aiutare nel ridurla, renderla più morbida ed elastica, migliorarla esteticamente o eliminarla. Il risultato è sempre proporzionato all’entità e alla storia della cicatrice. Per quanto riguarda i tagli che mi procuro mentre lavoro manualmente ai miei progetti di design e mentre cucino, una goccia d’olio messo sul taglio poi coperta con un cerotto, ne velocizza davvero la guarigione senza poi lasciare segni. Stesso risultato, anche più veloce, l’ho riscontrato sui graffi felini lasciati dalla mia gatta durante i nostri giochi spericolati (lei ha uno spirito selvaggio), un pò di olio massaggiato sul graffio lo disinfetta e lo fa sparire in toto rapidamente. Io lo trovo perfetto anche per cicatrizzare più velocemente le vesciche causate dalle scarpe, soprattutto quelle che si formano dietro al tallone e sul mignolo. L’effetto calmante poi contribuisce ad alleviare subito il senso di fastidio e di dolore, rendendo il processo di guarigione più sopportabile.

ANTINFIAMMATORIO CUTANEO: l’applicazione dell’olio riduce le infiammazioni e porta ad una guarigione della lesione se presente. Sulle irritazioni post depilazione l’ho trovato perfettamente risolutivo, in particolare per quelle nella zona inguinale. Io per depilarmi uso soltanto il rasoio manuale a causa dell’elevata sensibilità della mia pelle che mi tiene alla larga dagli altri metodi depilatori. Spesso però accade che la ricrescita dei peli mi comporti delle leggere dermatiti passeggere, causandomi prurito e puntini rossi o proprio dei brufoletti, e il periodo estivo è certamente il più sofferto per me per le obbligate depilazioni a frequenza ravvicinata abbinate infelicemente al calore e al sudore eccessivi. In questo caso, dopo aver vaporizzato l’Acqua floreale di Camomilla bio sulla zona irritata, massaggio un pochino di olio puro per trovare immediato sollievo dal prurito, un progressivo effetto disarrossante e, appunto, un effetto antinfiammatorio. Con un paio di applicazioni così eseguite, l’irritazione guarisce in modo naturale. Un consiglio in più per le zone più colpite: Rhassoul di Centifolia + Olio vegetale di Tamanu bio + Acqua floreale di Camomilla bio, per un cataplasma astringente, esfoliante e calmante (prima della rimozione consiglio di massaggiare per un’azione scrubbante).

ANTIBATTERICO ED ANTIMICROBICO DEL CUOIO CAPELLUTO: per il contenuto di alcune sostanze battericide (Friedeline, Canophillo, Acido Canophillico e l’Inophynone) efficaci contro diversi agenti patogeni, l’olio è un ottimo antibatterico, che io ho sfruttato sul mio cuoio capelluto per trattare e contrastare la formazione della forfora grassa di cui soffro geneticamente in modo cronico. Massaggiare e/o frizionare il cuoio capelluto con un olio dalle specifiche proprietà contribuisce attraverso la sua azione pulente e trattante, al distacco delle cellule morte e delle squame favorendo un effetto purificante e di pulizia profonda, oltre ad incrementare la microcircolazione sottocutanea del cranio con il conseguente aumento dell’ossigenazione e del nutrimento dei bulbi. L’olio di Tamanu non potrà mai far sparire la forfora genetica e cronica, ma può invece, come nel mio caso, alleviare i suoi sintomi come il prurito, la sensazione di occlusione causata dal sebo in eccesso e dagli accumoli delle squame. Io effettuo un massaggio delicato sul cuoio capelluto di 10/15 minuti con una quantità d’olio pari a un cucchiaio, il resto che rimane sulle mani lo passo sulle lunghezze e poi lascio in posa per una ventina di minuti prima di fare lo shampoo. Pur non essendo un olio dalla consistenza leggera, come sulla pelle anche sul cuoio capelluto viene assorbito benissimo, lasciando in questo caso una sensazione ed un aspetto di umido anzichè di unto, il ché favorisce la sua eliminazione con un solo shampoo e non con due o più come in genere richiedono la maggior parte degli oli vegetali, soprattutto se applicati su una chioma non folta come è la mia. Il risultato del massaggio e della posa è un cuoio capelluto libero, leggero e purificato, con i capelli lucidi, districati e morbidissimi. Nessuna squama di forfora rimasta, nessun prurito, nessun arrossamento, ma solo una cute lenita, liscia e disinfettata. Un consiglio in più per il trattamento della forfora e affezioni in genere del cuoio capelluto: Henne Neutro di Centifolia + Acqua floreale di Camomilla bio + Olio vegetale di Tamanu bio, per un impacco pre-shampoo purificante, fungicida, antinfiammatorio.

IDRATANTE E NUTRIENTE SULLE SECCHEZZE: grazie all’alto contenuto di Acido Linoleico (acido grasso essenziale Omega 6), più del 35%, l’olio svolge un’azione fondamentale nella ricostruzione dei lipidi epidermici ed un’altra di prevenzione della perdita d’acqua presente fisiologicamente nella pelle. Ciò si traduce in una elevata capacità da parte dell’olio di idratare, nutrire e proteggere la pelle, rivitalizzando quella più secca e rovinata. Tra i tanti oli e miscele che io abbia provato, dai più comuni ed economici ai più particolari e di alta qualità, questo di Tamanu lo ritengo fin’ora il più nutriente ed idratante sia usato singolarmente che aggiunto ai quotidiani prodotti viso e corpo. Usato puro sulla pelle asciutta o sulla pelle umida il risultato è sempre un profondo comfort, inoltre l’utilizzo ripetuto e continuativo non porta a secchezza per la mancanza diretta di acqua come può accadere con molti altri tipi di oli soprattutto se leggeri. Favoloso poi aggiunto in poche gocce alla propria crema, al gel, alla lozione o altro prodotto per potenziarne al massimo i fattori idratanti o per aggiungerne nel caso non siano abbastanza soddisfacenti. Le pelli normali, leggermente secche o con poche esigenze, dovranno aggiungere una piccola quantità di olio, mentre quelle più secche, più rovinate anche da malattie cutanee come la psoriasi, l’eczema e le dermatiti in genere (dopo l’approvazione del proprio medico) possono osare con quantità superiori e a proprio piacimento per sfruttare l’intenso comfort derivato dal pesante e nutriente film protettivo che si viene a creare sulla pelle proprio con l’uso di un’alta quantità di olio. Per intenderci, a livello sensoriale, una lozione idratante dalla texture leggera si può trasformare in un ricco burro con l’aggiunta dell’olio di Tamanu. La pelle trattata in questo modo oltre che rigenerata nei tessuti, diviene estremamente morbida, vellutata, compatta e luminosa.

 


Per maggiori informazioni sulle referenze in oggetto e su tutta la gamma cosmetica, o per conoscere i negozi fisici rivenditori più vicini, contattare l’azienda in Italia presso:
Sito: http://www.haut-segala.it/
Facebook: Laboratoire du Haut Segala Italia
E-mail: [email protected]

Rivenditore autorizzato online http://www.vecchiabottega.it

© 2015, https://silviadgdesign.altervista.org. All rights reserved

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.