Le 10 falsità più famose nella cosmetica

Carissime/i oggi voglio dedicare un articolo del mio blog alle più diffuse e rinomate considerazioni/abitudini/rituali errate riguardo alla cosmetica.
Il mio articolo vuole semplicemente portare alla luce la verità su tante abitudini che, probabilmente, difficilmente riuscirò a sradicare dalla vostra routine. Ognuno di noi ha i suoi piccoli segreti e passaggi di bellezza magari tramandati dalle nostre mamme, nonne, zie…verso i quali nutriamo convinzione, fiducia ed affetto.
Ma a tutt’oggi vedo, leggo e sento errori/falsità che tantissime donne e uomini commettono quotidianamente a causa di una errata informazione.
Mi dispiace sul serio che si perda tempo, fiducia e soldi dietro ad inutili passaggi di bellezza di cui possiamo tranquillamente fare a meno.

Per chi non è aperto ad un’eventuale messa in discussione della propria routine, consiglio di leggere le successive dieci falsità come ad un appunto da tenere a mente nel caso vi stiate (o starete in futuro) scervellando alla ricerca di una motivazione su un determinato problema estetico, oppure per motivazioni diverse dovrete ridimensionare le vostre abitudini.

Preciso inoltre che le informazioni divulgate in questo articolo provengono da esperti nel settore (medici, estetiste, tecnici…) e non sono mie considerazioni personali (anche se a tutte c’ero già arrivata da sola).

Spero di cuore che vi siano utili, soprattutto a migliorare la vostra routine cosmetica.

falsita cosmetiche

Ecco la lista delle 10 falsità cosmetiche più gettonate:

1) La pelle si abitua ai prodotti cosmetici, per questo dopo un pò non funzionano più: FALSO.
La pelle non si abitua a nulla dato che ha dei cicli tutti suoi di cambiamento dovuti all’organismo e ai fattori ambientali. Se un prodotto dopo un pò ci sembra che non apporti più alcun beneficio è perché la pelle è cambiata e ha bisogno di qualcos’altro che risponda alle nuove esigenze.
Basta pensare alle diversità di prodotti che usiamo in base alle stagioni.

2) Il tonico è indispensabile dopo la pulizia del viso: FALSO.
Il tonico è un prodotto assolutamente inutile e sopravvalutato! La sua unica ragione d’uso è rappresentata dall’eliminare i residui di latte detergente ed impurità ad esso mescolate che rimarrebbero sulla pelle nel caso non si risciacquasse il viso con acqua. Se vi sciacquate il viso potete pure eliminare il tonico dai vostri passaggi.
Nel caso si utilizzino prodotti con PH basico, come le saponette, per detergere il viso (PH acido), il tonico può servire a velocizzare il naturale processo di riacidificazione della pelle.
Per riequilibrare il pH della pelle non è quindi necessario applicare il tonico perchè la pelle ci pensa da sola.
Tra l’altro un errore madornale che si commette è nella tempistica tra l’applicazione del tonico e i successivi prodotti di trattamento.
Tutte/i applicano la crema idratante, o altro, subito dopo aver passato il tonico, niente di più sbagliato!
Tra il tonico e i successivi prodotti devono passare ca. 20 minuti, questo perchè nel tonico, essendo composto quasi completamente da acqua, gli attivi sono in percentuale davvero ridotti e per iniziare a funzionare sulla pelle hanno bisogno di appunto ca. 20 minuti.
Se non aspettate questa pausa i benefici decantati dal tonico saranno annullati, ed ecco riaffiorare la sua inutilità.
Quindi se volete ugualmente usare il tonico per vezzo, per rinfrescarvi o da usare al posto dell’acqua potete farlo, ma almeno nel modo giusto.

3) Il talco occlude i pori della pelle: FALSO.
Il talco non occlude i pori, non è comedogeno e non causa irritazioni. E’ un ottimo ingrediente per rendere le formulazioni più morbide e setose al tatto.

4) L’olio di mandorle dolci è fortemente comedogeno (favorisce la formazione di punti neri e bianchi): FALSO.
L’olio di mandorle è molto più leggero di tanti oli vegetali (rosa mosqueta, oliva, ricino, germe di grano, cocco…) quindi potenzialmente meno comedogeno.
La possibilità di comedogenità è soggettiva e si presenta nelle formulazioni cosmetiche che risultano grasse ed occlusive sulla pelle intasando di materiale (sia prodotto dalla pelle stessa che applicato sopra la pelle) il follicolo ed il poro.

5) Bisogna lasciar seccare le maschere per il viso prima di rimuoverle: FALSO.
Lasciar seccare una maschera, in particolar modo contenente argilla, prosciugherà letteralmente il vostro viso della sua acqua, lasciando così disidratato e seccato. Questi tipi di maschere vanno eliminate non appena cominciano a seccare ovvero quando ormai hanno agito e continuare a tenerle sarebbe solo inutile.

6) Per il giorno e per la notte bisogna usare prodotti diversi e specifici per questi momenti della giornata: FALSO.
Si può tranquillamente usare gli stessi prodotti sia per il giorno che per la notte. L’unica differenza è che i prodotti per il giorno possono contenere filtri solari UVA/UVB che logicamente alla notte sono inutili. Nulla vieta però di usare un prodotto con filtri solari anche per la notte se si vuole risparmiare. La pelle ha bisogno solo di idratazione per poter essere più resistente verso i fattori esterni che potrebbero alterarla indipendentemente dall’orario del cosmetico (dato che in pochissimi al mondo hanno la fortuna di vivere in luoghi incontaminati e quindi possono permettersi di fermarsi alla pulizia).
Anche per il giorno, compreso in estate, si può usare un idratante generico senza filtri solari se ci proteggiamo adeguatamente dal sole con cappelli, ombrellini, abiti…ed usarlo anche per la sera.

7) I cosmetici per la notte devo essere più ricchi e grassi di quelli da giorno: FALSO.
Se la pelle non ha problematiche, è idratata e soprattutto protetta durante il giorno, non vi è ragione alcuna per doverla ingrassare la sera con prodotti più pesanti e ricchi, che essendo tali, potrebbe invece risultare comedogeni.
Certo, se lasciamo la nostra pelle nuda in balia degli agenti atmosferici e dell’inquinamento, è ovvio che ad un certo punto, quando torneremo a casa la sera, la pelle griderà vendetta e per risistemarsi avrà bisogno di cure plus.
Se noi proteggiamo ed idratiamo la pelle durante il giorno in modo adeguato la sera possiamo anche fermarci alla detersione.

8) Lavarsi i capelli tutti i giorni o troppo frequentemente fa male: FALSO.
Lavarsi i capelli tutti i giorni non altera il film idrolipidico del cuoio capelluto ma, anzi, è consigliabile farlo se si frequentano posti molto inquinati come le città per eliminare smog, polveri ed impurità dell’aria che si depositano sulla chioma.
Tra l’altro bisogna aver presente che le lunghezze sono materia morta, o meglio, i tessuti che formano il capello sono biologicamente morti e quindi non possono risentirne negativamente di uno shampoo giornaliero.
L’importante è usare prodotti delicati ed adeguati al proprio tipo di capello e soprattutto di cuoio capelluto che è la zona viva e, proprio per questo, più la si tiene pulita più sarà sana, permettendo la crescita ed il mantenimento di capelli dall’aspetto altrettanto sano.

9) L’olio sui capelli va applicato solo se sono umidi: FALSO.
Il capello non è come la pelle che necessita di una parte acquosa per non seccarsi. Il capello è cheratina e le lunghezze sono parti morte, quindi l’olio può essere tranquillamente usato sui capelli asciutti, anzi, è consigliabile usarlo proprio sui capelli asciutti dato che viene assorbito molto di più che sui capelli bagnati poiché l’acqua fa scivolare via l’olio rallentandone l’assorbimento.

10) Gli oli vegetali non sono inquinanti per l’ambiente: FALSO
La triste realtà, facilmente deducibile, è che tutti gli oli di qualunque natura inquinano perchè non idrosolubili. La differenza sta nel loro impatto ambientale derivato dalle loro caratteristiche chimiche e fisiche. Un olio vegetale inquina l’ambiente in maniera diversa da uno indutriale, ma lo inquina ugualmente. Ciò che si può fare per arginare il più possibile il suo impatto è usarlo e smaltirlo nel modo più idoneo.

2 comments / Add your comment below

  1. @Elisa
    Ciao Elisa, sono felice per il tuo gradimento verso il mio articolo. Le teorie sulla frequenza di lavaggio dei capelli sono molte, ma alla fine ciò che è veritiero è solo l’esperienza soggettiva. I capelli tra l’altro sono lunghezze morte, quindi uno shampoo non potrà mai rovinarli come non potrà mai ravvivarli, è il cuoio capelluto ad essere vivo e tenerlo pulito può solo che fargli bene.
    Un caro saluto

  2. Mi è piaciuto molto il tuo articolo, utile e originale. La regola della crema di sera, la numero 6, la conoscevo :). Sfatiamo questi miti una volta per tutte!! E quella dei capelli, la numero 8, la farò leggere a tutti coloro che da anni mi accusano di rovinare i capelli lavandoli un giorno si e uno no :D. Grazie per queste piccole perle 🙂

Lascia un commento

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

You cannot copy content of this page